Gente del Quindicesimo

Presidente Onorario Gen. S.A. M.A.V.M. Oreste Genta

La "Gente del 15°" costituisce l'unione spirituale dei vecchi e dei nuovi, anziani e giovanissimi che si ritrovano anche al richiamo del "mammajut" con tutti i loro ricordi anche per coloro che non sono più tra noi ma che hanno avvalorato il senso delle nostre nobili tradizioni che devono essere consolidate e tramandate giacché costituiscono il fondamentale attaccamento e l'amore alla nostra gloriosa Aeronautica.

Gen. S.A. M.A.V.M. Oreste Genta

Presidente onorario Associazione Gente del Quindicesimo

SERPENTI E ALLORI 

Gen. BA Giorgio Russo

3. Il Cobra imperiale

distintivo 84Passa altro tempo. I secolari ulivi pugliesi sostituiscono le distese di acacie. Sono "Proconsole in Provincia", come scherzosamente definivo il mio incarico di Comandante dell’84° Centro. Avevo trovato un richiamo da caccia per papere, anzi, per "Paperi". Al telefono e in giro, ogni contatto era preceduto dal suono di quello strumento che portavo costantemente con me e che annunciava il mio arrivo a distanza. Quello stesso richiamo, vero e proprio grido di caccia, si era propagato un attimo prima di andare a bordo. Destinazione Leeuwarden, in Olanda, per partecipare alla SAR Competition, con il grande onore di rappresentare il XV Stormo. Tutto pronto, pianificato alla perfezione: e meno male!

Da Brindisi andiamo a Ciampino, per salutare il Comandante di Stormo. In quella figura di riferimento troviamo un forte sprone a far bene, com’era nella sua visione che trasmetteva a tutti, e un caloroso incitamento che ci galvanizza letteralmente.

Leggi tutto: il cobra imperiale

SERPENTI E ALLORI 

Gen. BA Giorgio Russo

2. Il Mamba sette passi

somalia2Cipro è lontana, ora. Dalla superficie irta e appuntita si vede l'azzurra magnificenza del mare che si stende a perdita d'occhio, ma le acque non sono più quelle del Mediterraneo. Di fronte a me, adesso, si apre lo sconfinato Oceano Indiano. Sotto i piedi, le taglienti lame rocciose che arrivano quasi a bucare le suole di gomma, appartengono alla scogliera che delimita l'aeroporto di Mogadiscio. È la base del nostro accampamento per la missione Albatross Somalia - Restore Hope.

Da lì decolliamo per sorvolare una natura dalla bellezza sconvolgente. Oasi, deserti e foreste di acacie si susseguono in un'alternanza da copione cinematografico. Peccato che il territorio sia piatto e attraversato da gentiluomini armati che non esitano a sparare all'impazzata, scorrazzando su pick-up trasformati in mitragliere con quadrinate sovietiche, che hanno lo strano appellativo di Tecnike. In strada, le raffiche sembrano sostituire il rumore del traffico, per quanto sono ubique e costanti. La minaccia è onnipresente per il volo a bassa quota. Come difendersi? Adottando l'unica soluzione possibile: volare a "quota cespuglio". Tanto da lasciare a volte una scia al suolo identica a quella di una barca, con l'unica differenza che a sollevarsi non sono spruzzi d'acqua ma nuvole di polvere marroncina. Succede poi che, là dov'è più verde a causa dell'acqua, la piattezza del suolo a volte esploda in nuvole colorate. Al tondo rombare dell'H3, infatti, gli scintillanti specchi d'acqua fanno levare in volo un'inimmaginabile quantità di uccelli dalle mille striature, d'ogni dimensione e peso. Ecco allora che il muso dell'elicottero è costretto ad arrampicarsi con una rapidissima cabrata, per evitare che la bellezza della natura si trasformi in un muro di proiettili, certamente più belli, ma sicuramente altrettanto micidiali.

Leggi tutto: Il Mamba sette passi

Il 7 ottobre 1985 un commando di 4 aderenti al Fronte di Liberazione della Palestina (FLP) dirottarono la motonave Achille Lauro, in crociera nel Mediterraneo, chiedendo la liberazione di 50 loro compagni detenuti in Israele.

Il giorno successivo fra le forze messe in campo, sia dagli italiani, sia dagli USA, figurarono 4 HH3F che raggiunsero la base RAF di Akrotiri sull’isola di Cipro.

Fu il primo intervento che ipotizzava l’impiego degli HH3F in un’azione bellica, e quindi CSAR, anche se i media riportarono che gli HH3F erano stati inviati per eventuale assistenza SAR alla motonave ed ai suoi passeggeri. La presenza sulla base degli incursori del col Moschin prevedeva, infatti, che questi si sarebbero avvalsi degli HH3F per il loro impiego.

Un giovane copilota, l’allora Ten. Giorgio RUSSO, ci conduce nel vivere, attraverso il suo avvincente racconto, i momenti di quella “avventura” che il lettore è invitato a leggere con gli occhi del 1985, quando l’Italia era lontana miglia e miglia dal tornare a pensare ad impieghi bellici dopo la fine della II G.M..

Si consideri, inoltre, che il successivo impiego bellico dell’Aeronautica Militare sarebbe avvenuto nel 1991, nel corso della prima guerra del Golfo. 

SERPENTI E ALLORI 

Gen. BA Giorgio Russo
  1. Il serpente frusta

Il trillo del teledrin provocò la solita scarica di adrenalina. "Si parte", pensai. “Chissà per dove. Cosa sarà successo?”. Mi precipitai nel bar più vicino. Ogni volta che uscivo, il percorso era rigidamente legato ai luoghi con i telefoni a gettoni. Roba da paleo archeologia delle comunicazioni. Ora iPhone e Galaxy sono porte in tasca sul mondo, la tecnologia avanza a velocità siderale, ma allora era proprio così. Nel 1985, chi montava d'allarme o di reperibilità come me, aveva una sola alternativa: rimanere attaccato a un telefono fisso tradizionale, oppure avere in testa la mappa dei telefoni pubblici e la loro distanza dall'aeroporto.

Leggi tutto: Serpenti e allori

Articoli in rilievo

il cobra imperiale
il cobra imperiale

SERPENTI E ALLORI  Gen. BA Giorgio Russo 3. Il Cobra imperiale Passa altro tempo. I secolari ulivi pugliesi sostituiscono le distese di acacie. Sono "Proconsole in Provincia", come scherzosamente definivo il mio incarico di Comandante dell’84° Centro. Avevo trovato un richiamo da caccia per papere, anzi, per "Paperi". Al telefono e in giro, ogni contatto era preceduto dal suono di quello strumento che portavo costantemente con me e che annunciava il mio arrivo a distanza. Quell [ ... ]

Aneddoti attualiContinua a leggere
Il Mamba sette passi
Il Mamba sette passi

SERPENTI E ALLORI  Gen. BA Giorgio Russo 2. Il Mamba sette passi Cipro è lontana, ora. Dalla superficie irta e appuntita si vede l'azzurra magnificenza del mare che si stende a perdita d'occhio, ma le acque non sono più quelle del Mediterraneo. Di fronte a me, adesso, si apre lo sconfinato Oceano Indiano. Sotto i piedi, le taglienti lame rocciose che arrivano quasi a bucare le suole di gomma, appartengono alla scogliera che delimita l'aeroporto di Mogadiscio. È la ba [ ... ]

Aneddoti attualiContinua a leggere
Serpenti e allori

Il 7 ottobre 1985 un commando di 4 aderenti al Fronte di Liberazione della Palestina (FLP) dirottarono la motonave Achille Lauro, in crociera nel Mediterraneo, chiedendo la liberazione di 50 loro compagni detenuti in Israele. Il giorno successivo fra le forze messe in campo, sia dagli italiani, sia dagli USA, figurarono 4 HH3F che raggiunsero la base RAF di Akrotiri sull’isola di Cipro. Fu il primo intervento che ipotizzava l’impiego degli HH3F in un’azione bellica, e quindi  [ ... ]

Aneddoti attualiContinua a leggere
18 agosto….e non solo
18 agosto….e non solo

Il 18 agosto….e non solo Mario SORINO
Il 18 agosto ci siamo ritrovati al Verano per la consueta cerimonia di ricordo del sacrificio di Francesco Asti. Verrebbe da dire che eravamo i soliti 4 gatti, ma non è vero. Non è vero perché quest’anno eravamo di meno. Incombeva su di noi la mancanza di Gino Fischione. Che io ricordi Gino, con la sua signora, era una delle certezze dell’incontro del 18 agosto.
L’anno scorso, dopo la celebrazione, avevamo pran [ ... ]

Aneddoti attualiContinua a leggere
Lontane ricognizioni marittime

  Completiamo l'avvincente racconto sulla 148ª Squadriglia RML  gentilmente concesso dal suo autore, il Dott. Raffaele Conversano. Il Dott. Conversano, Fisico Ricercatore CNEN, quindi ENEA, nel campo reattori a fissione nucleare ed a fusione per confinamento magnetico, appassionato ricercatore di documentazione storica aeronautica, è figlio del Col. Remo Conversano, classe 1913, valoroso pilota di Idrovolanti.  Il racconto si svolge intorno alle vicende belliche sa [ ... ]

Aneddoti storiciContinua a leggere
Quando ci sparammo la posa
Quando ci sparammo la posa

Quando ci sparammo la posa, io e l’HH3F Mario Sorino A chi non è mai venuta voglia di spararsi la posa? Alzi la mano chi dice di no! Se poi si tratta di piloti credo sia impossibile vedere un braccio alzato.
Quindi non posso nascondere che anche a me la voglia è venuta, ma il bello da raccontare è che la voglia poi mi è capitato vederla comparire nell’HH3F. Roba da non credere!
Andiamo per ordine e vi racconterò due episodi. Nel primo la v [ ... ]

Scritti PersonaliContinua a leggere

Notizie

assemblea generale 2017
assemblea generale 2017


         Associazione“ Gente del 15°”                                         20 Marzo 2017      (Aut. Ministro della Difesa 8 Giugno 1 [ ... ]

Leggi tutto
cookies

Policy sui cookie Cosa è un cookie I cookie sono piccoli files di informazioni che possono essere inseriti nel tuo browser quando visiti un sito web o utilizzi un social network con il tuo pc, smartphone o tablet. I cookie possono permanere nel sistema fino a che non si chiude il browser utilizzato per la navigazione sul web o per lunghi periodi. Quali cookie sono utilizzati sul sito Gen [ ... ]

Leggi tutto
libro hh3f
libro hh3f

HH-3F PELICAN 1977-2014 37 anni di soccorso dal cielo Carissimi Soci dell’AG15°, finalmente il frutto di quasi due anni di impegno appassionato sta per nascere. Il libro che noi dell’Associazione abbiamo fortemente voluto per celebrare l’HH-3F che, ricorderete, ha concluso la sua vita operativa nel 2014 dopo ben 37 anni di attività,  è completato ed orm [ ... ]

Leggi tutto